Eventi

Torna indietro Ricerca

Bertinoro Jazz festival - Anteprima

Il Bertinoro Jazz festival si apre con una speciale anteprima

domenica 11 luglio – ore 20.00, Giardino della Rocca

PASTANERA JAZZ PROJECT

Trovare una possibile connessione tra il jazz e la tradizione popolare del Gargano e dei Monti Dauni è uno dei motivi che hanno ispirato la nascita del Pasta Nera Jazz Project. Progettare il futuro senza dimenticare le radici, la storia, il patrimonio tramandato dalle voci e dagli strumenti delle vite passate. Questo progetto musicale vuole essere un tributo alla tradizione popolare di Capitanata, rivitalizzata in chiave jazz. Altro obiettivo importante del Pasta Nera Jazz Project è quello di ricercare la bella ed antica melodia che affonda le radici nelle varie e continue contaminazioni sonore-culturali avvenute nel corso del tempo. La tradizione popolare incontra il jazz, è questo lo spettacolo musicale del gruppo, un viaggio tra le perpetue trame e l’energia vitale della Tarantella di Carpino, tra i monti dauni e le più belle ballate d’amore, fatica ed ingiustizia del cantastorie apricenese Matteo Salvatore ma anche di composizioni originali, dove le melodie più celebri di queste tradizioni rivivono nell’appassionata interpretazione del gruppo in chiave jazz e moderna.

Con Antonio Pizzarelli (clarinetto e al sassofono), Felice Lionetti (pianoforte), Giovanni Mastrangelo (contrabbasso), Fabio Pompilio (drums e percussioni).

domenica 18 luglio – ore 21.30, Giardino della Rocca

MARCO FRATTINI TRIO

Marco Frattini (batteria) - Claudio Vignali (pianoforte) - Gabriele Evangelista (contrabbasso)

Nel 2004 Marco Fratini ascolta le composizioni in piano solo di Chilly Gonzales rimanendone molto colpito. Non sentiva solo il piano, ma anche percussioni, archi, variazioni tematiche, e si ritrovò ad arrangiare involontariamente i brani del compositore canadese nella sua mente. Grazie al prezioso aiuto del pianista Claudio Vignali riuscì a mettere su carta quelli che, fino a quel momento, erano suggestioni e suoni solo immaginati.

Inconsciamente le sue scelte di arrangiamento erano mosse da un desiderio di contrastare in qualche modo il “pieno” della musica moderna attraverso un vuoto metaforico e sonoro che riuscisse ad abbracciare tutto quello che il suo percorso artistico gli aveva permesso di vivere. Un vuoto pieno di musica senza confini di genere, vissuto come infinita potenzialità sonora.

Infine si unì a loro Gabriele Evangelista, il quale, grazie al suo talento e alla sua grande sensibilità ha saputo immediatamente calarsi nel significato musicale del progetto.

Registrato in un pomeriggio invernale, assieme a Claudio e Gabriele ed impreziosito dai violoncelli di Gionata Costa e dalle incursioni sonore del produttore Mattia Dallara, presso il Deposito Zero Studios, il primo lavoro discografico come leader di Marco Frattini vedrà la sua pubblicazione nel 2022.

L'ingresso è gratuito, ma è richiesta la prenotazione su www.entroterrefestival.it , biglietteria@entroterrefestival.it - tel. 051 0217824 attivo dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 17:00

Servizio di navetta gratuita dalle 19 alle 24 dai parcheggi di Via Badia e Via Allende.

Gallery

Caricamento...